google-site-verification: googlee3c30f8ac430801b.html
"Alla fine, noi conserveremo solo ciò che amiamo, ameremo solo ciò che comprendiamo, e comprendiamo solo ciò che ci viene insegnato."
Baba Dioum
Benvenuti a tutte le ore di tutti i giorni

gioco con invito

lunedì 12 novembre 2012

Firenze l'è una grande meraviglia!



6 commenti:

melafragola ha detto...
I ricordi d'infanzia sono sempre preziosi e magici, anche quando rimangono nella memoria un po' confusi e incompleti... che belli i racconti del babbo! Io rimanevo incantata invece dai racconti dei nonni, non me ne stancavo mai, e ora sono dei ricordi miei, come se quelle avventure di un tempo che fu le avessi vissute io bambina.
fata confetto ha detto...
Siamo state fortunate a vivere attraverso le parole di persone care un mondo ormai sempre più lontano, ma presente nei ricordi e nelle emozioni che ci accompagneranno per sempre. Saluti cari Marilena
maria antonietta ha detto...
ciao Marilena
bellissimo il tuo blog
io ci sto annaspando dentro..................cerco la strada per restare tra i tuoi amici.
eheheh
un abbraccio
maria antonietta
fata confetto ha detto...
Grazie, Maria Antonietta, sei davvero gentile e grazie anche per aver aderito al gruppo dei lettori ( c'era spesso la casella di ricerca che si sovrapponeva e là in basso stanno più comodi! Non ho più trovato i commenti nel tuo blog, a nessun post della home...
Anto ha detto...
Mi piace quello che hai scritto di te. Spero di tornare bambina leggendo i tuoi post. Certe volte penso di essere nata già grande. Comunque continuo a sperare. Ho insegnato, al liceo per tanti anni, libri scritti dagli altri abbracciati con la testa, ma mai con il cuore. I miei due nipotini sono ora i miei libri di carne.Ciao. A presto
fata confetto ha detto...
"Nonostante che il babbo e la mamma fossero impegnati in questa pietosa ed estenuante opera di assistenza ( al nonno paterno) e, successivamente, si fossero trovati a fronteggiare situazioni difficili, preoccupazioni e sacrifici causati da altre vicende familiari, noi ragazzi ci siamo resi conto pienamente solo dopo, negli anni, di quella realtà, poiché allora essi riuscivano, nonostante tutto, a far sì che noi bambini si vivesse un’infanzia serena, nella sicurezza dell’affetto e dell’appagamento dei bisogni essenziali e, quando era possibile, anche dei nostri modesti desideri."
Rispondo con commozione al tuo toccante commento con questo stralcio di un mio racconto , che rappresenta perfettamente la fonte dei miei sentimenti, dei miei ricordi e della mia visione della vita. Saluti cari Marilena

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento:
se capiti qui per caso,
se ogni tanto vieni a trovarmi,
se la curiosità ti accompagna in giro per la rete,
anche un semplice saluto è sempre gradito.
Fata C

Archivio blog

comunicazione

I contenuti presenti su questo e gli altri blog dei quali sono titolare sono pubblicati con licenza Creative Commons 3.0 Italia.
Se condivisi devono essere rispettati i seguenti diritti:
- attribuzione: deve essere citato il nome dell'autrice
- non è consentito l'uso per fini commerciali
- non sono permesse modifiche

Alcune immagini sono state prelevate dal Web.
Se è stata violata qualche regola siete pregati di avvisare nello spazio commenti e saranno eliminate immediatamente.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale
ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.
Powered by Blogger.