google-site-verification: googlee3c30f8ac430801b.html
"Alla fine, noi conserveremo solo ciò che amiamo, ameremo solo ciò che comprendiamo, e comprendiamo solo ciò che ci viene insegnato."
Baba Dioum
Benvenuti a tutte le ore di tutti i giorni

gioco con invito

lunedì 12 novembre 2012

Petizione: «Mai più violenza sulle donne!»

BASTA !!!


20 commenti:

© FarfallaLeggera ha detto...
Vecchio argomento che non si risolverà finchè le donne non alzeranno la testa...Non bastano firme a trattati se le donne non si ribellano. Baciobacio
P.S su questo argomento:
http://farfallaleggeraottobre2012.wordpress.com/category/donne/
E' sempre un blog mio. Ribacio
© FarfallaLeggera ha detto...
Ti chiedo scusa ma ho sbagliato a mettere il link...quello giusto è
http://moleskynefarfallaleggera.wordpress.com/category/donne/
nonna papera ha detto...
ciao, ho guardato nel mio secondo blog, dove ho inserito pochi blog nella home e se vai a vedere il tuo è l'ultimo, ma senza aggiornamenti....hai provato a chiedere ad azzurra?
o a sbirciare tra i suoi tutorial magari trovi la soluzione...fammi sapere.
ciao
Saray ha detto...
Firmato.
E' orribile quello che sta succedendo. Penso che tutte le donne, specie le mamme dei maschi dovrebbero sensibilizzarsi e insegnare il rispetto verso le donne fin da piccoli. Certo non è solo questo che serve. Ma forse sarebbe un piccolo aiuto per iniziare a cambiare.
Io sto a contatto con un gruppo di maschietti (12 e solo maschi) al catechismo e vedo come alcuni, diciamo la metà, sono già violenti ed egocentrici a 11 anni. Non hanno rispetto per nessuno. Ma forse questo dipende molto dall'educazione che ricevono in casa.
Le cause di tutto questo sangue di donne uccise, sono molteplici, però si può iniziare dall'educazione in casa. Iniziare dal basso. Ma non ne parla nessuno. Ti abbraccio cara.
fata confetto ha detto...
@ Farfalla Leggera
Anch'io credo nella presa di coscienza personale, ma la società deve rispondere adeguatamente e non lasciare niente di intentato.

@ Cristina
so che il problema sussiste nella forma che dici ( iconcina e niente aggiornamenti)
Non so se conosco Azzurra, puoi specificare, grazie. Anche Iole si è informata.
Speriamo bene, grazie per l'interessamento.

@Saray
certamente l'educazione( famiglia, scuola, catechismo) è alla base dei rapporti interpersonali.
Il bullismo purtroppo si manifesta anche nelle bambine e ragazze.
Lo svuotamento di valori sta dando i suoi nefasti risultati.
Il rimedio è nell'impegno costante e sincero di tutti noi, al quale dovrebbe corrispondere l'impegno sociale e istituzionale .
Quando il machismo grossolano e ignorante sarà additato come un'aberrazione e non adottato ed esaltato come modello esistenziale, saranno tempi più civili per tutti e TUTTE!
Saray ha detto...
Spero carissima che ci si arrivi presto a un modello civile, ma se quando un ragazzino si comporta così già da piccolo, e i genitori sono lì a ridere e quasi vanno fieri di un figlio macho e violento..quando potrà cambiare qualcosa? Purtroppo questo lo vedo spesso. Purtroppo per ora è solo la donna che deve imparare a conoscere e a distinguere questo tipo di maschio, a volte quando se ne accorge è già troppo tardi per liberarsene. Ciao bella :)
nonna papera ha detto...
eccomi con il link del blog di azzurra se non trovi nulla scrivile e spiegale il problema vedrai che ti risponderà...è peccato che non arrivino gli aggiornamenti
http://graficscribbles.blogspot.it/
Barbapapà, Luna e Blade! ha detto...
Io credo che dovrebbe esserci innanzitutto un'insegnamento nelle scuole di lezioni di civiltà e rispetto altrui non di educazione civica, che è ben diverso. Poi all'interno della famiglia, ma ho notato che purtroppo spesso i genitori hanno comportamenti peggiori dei figli e per questo tendono a giustificare a spada tratta i loro figli anche quando sbagliano....E poi ovviamente pene severissime da parte dello stato. Fata io continuo a non ricevere aggiornamenti da questo blog, ma dall'altro sì, quello delle ricette!
Gianna ha detto...
Brava Marilena, grazie della condivisione.

Buona serata.
© FarfallaLeggera ha detto...
Io credo che DONNE, SOCIETA', SCUOLA, FAMIGLIA debbano interagire altrimenti...
Cavaliere oscuro del web ha detto...
Ieri leggevo i dati e sono profondamente colpito. Bisogna che la società torni a insegnare certi valori e il rispetto verso tutti.
Quello avvenuto a Palermo è di una gravità inaudita e si unisce anche ad altri tristi fatti di cronaca degli ultimi anni.
Bisogna dire basta e soprattutto denunciare i maltrattamenti.
Saluti a presto.

PS

Certo che puoi abbreviare il mio Nick.

fata confetto ha detto...
@ Annamaria, Luna e Saray
Certamente l'azione coerente e in continuità di scuola e famiglia sono alla base di qualunque cambiamento significativo e duratuto, ma devono essere mete vissute e interiorizzate veramente, non insegnamenti formali e finalizzati al risultato scolastico, come si deduce dai vostri commenti.

@ Gianna
ti ringrazio per aver portato l'attenzione su questo tema.
Un grande saluto

@ CODW
Grazie per il tuo contributo...e per il consenso ad abbreviare il nik!!

Antonella ha detto...
Ciao Marilena, oggi sono arrivata a casa tardissimo...ho visto la petizione da Gianna e ho firmato...
Buona serata.
Antonella
fata confetto ha detto...
Ciao Antonella, so che in questo periodo sei molto occupata.
Ero certa della tua sensibile risposta a questo tragico argomento
Un caro saluto:)
Marilena
fata confetto ha detto...
@ Cristina
Grazie per il tuo suggerimento.
Dopo aver letto da Azzurra qualche post in tema di feed, ho inviato una mail molto dettagliata.
Spero che ci sia qualche rimedio!
Un saluto affettuoso

Loretta ha detto...
Io spero solo che un giorno tutto questo possa finire, e che non accada mai più niente del genere perché è qualcosa di totalmente inumano!
Perdonami ma volevo chiederti se potevi passare da me, nel mio blog c'è un premio che ti aspetta! Un bacione :)
fata confetto ha detto...
Ciao Loretta,
siamo molto lontani da qualunque traguardo di civile convivenza: individui sbagliati in una società sbagliata.
Scossa alle coscienze undividuali, ma anche alle istituzioni.
venendo a cose più leggere, ti ringrazio per un premio sempre gradito e particolarmente significativo. Un grande saluto:)
Marilena
Saray ha detto...
Questo interessante tema ha suscitato un bellissimo confronto. Le gocce fanno il mare dicono..E' così anche qui si vede la nostra voglia di cambiare. Ciao cara e buon fine settimana :)
Anto ha detto...
Cara Marilena, non ho trovato nel post precedente lo spazio per i commenti, nè c'è la data( il post con la lavagna). Comunque anche io per un mio blog, il "lepronte. blogspot.it", non riesco a risolvere lo stesso problema che hai tu. Io mi sono rassegnata. Ti mando un sorriso. Ciao
Beatrice Portinari ha detto...
Ciao Marilena, ho firmato anch'io questa petizione, ma il problema è che devono cambiare le menti delle persone: tanti, troppo uomini sono convinti che una donna debba essere abusata a loro piacimento e questo è sbagliato.
Un abbraccio, Beatrice

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento:
se capiti qui per caso,
se ogni tanto vieni a trovarmi,
se la curiosità ti accompagna in giro per la rete,
anche un semplice saluto è sempre gradito.
Fata C

Archivio blog

comunicazione

I contenuti presenti su questo e gli altri blog dei quali sono titolare sono pubblicati con licenza Creative Commons 3.0 Italia.
Se condivisi devono essere rispettati i seguenti diritti:
- attribuzione: deve essere citato il nome dell'autrice
- non è consentito l'uso per fini commerciali
- non sono permesse modifiche

Alcune immagini sono state prelevate dal Web.
Se è stata violata qualche regola siete pregati di avvisare nello spazio commenti e saranno eliminate immediatamente.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale
ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.
Powered by Blogger.