google-site-verification: googlee3c30f8ac430801b.html
"Alla fine, noi conserveremo solo ciò che amiamo, ameremo solo ciò che comprendiamo, e comprendiamo solo ciò che ci viene insegnato."
Baba Dioum
Benvenuti a tutte le ore di tutti i giorni

gioco con invito

sabato 16 marzo 2013

Le parole di Laura

Nel suo discorso di insediamento, la neo Presidente della Camera
Laura Boldrini, ha ricordato
 "le donne che subiscono l'umiliazione della violenza travestita da amore".


 
La standing ovation dell'Aula  ha suggellato queste parole. 
Applausi  a ripetizione sottolineano altri passaggi del discorso di insediamento, che focalizzano  i temi da sempre al centro dell'attività della nuova Presidente: i migranti, i rifugiati, i diritti degli ultimi.
Tra loro e per loro  ha speso per anni la sua vita, la competenza, l'energia, la costante affermazione, negli scenari più tragici, della visione umanitaria e solidale  e della lotta a tutte le discriminazioni.
"Quest'aula dovrà ascoltare la sofferenza sociale di una generazione che ha smarrito se stessa..."
Ed accanto ai temi sociali, gli esodati, i disoccupati, l'impresa al collasso, i pensionati e le famiglie sull'orlo della miseria, e molti già oltre, Laura fa riferimento  al  rispetto per le Istituzioni della Repubblica, ai valori della Resistenza e dell'Antifascismo.

"Non antipolitica, ma buona politica"

 Non esito a dire che l'applauso dell'Aula ha suscitato in me una sincera commozione.
Dopo anni che da quei banchi sono venute troppe parole ed atti in aperto contrasto nei confronti del bene del nostro Paese ed al rispetto non solo delle Istituzioni e dei principi della Costituzione, ma, spesso, della stessa Verità.
E' stato come un "ritorno a casa", per usare un'espressione di Baricco; ritrovare qualcosa che da tempo era compresso, negato e disconosciuto.


14 commenti:

  1. Davvero una donna che ci piace! E L'Italia ne ha proprio bisogno... Che stia davvero cambiando qualcosa? Un bel messaggio di speranza...

    RispondiElimina
  2. E' stata una buona scelta, Marilena.
    Ciao.

    RispondiElimina
  3. L'ho vista anch'io e mi ha fatto un'ottima impressione.Buonanotte e trascorri una bella domenica!Olga

    RispondiElimina
  4. Chissà...che sia la volta buona? Nella politica, nella Chiesa...

    RispondiElimina
  5. Guardare agli altri, occuparsi di loro, volergli bene, agire per il bene degli altri... sono cose che impegnano molte energie, e pochi riescono in questa sfida!

    In Italia ora è il momento del cambiamento e l'attesa di esso ne fa parte: staremo a vedere :)

    Ciao.

    RispondiElimina
  6. Speriamo bene!!
    Ciao Marilena e serena settimana
    Magda

    RispondiElimina
  7. Speriamo che le sue parole sia di aiuto a molte donne, ma oltre alle parole ci vogliono i fatti, soprattutto aiuti ed istituzioni.

    RispondiElimina
  8. Bel discorso...una donna finalmente!! Bacioni a te :)

    RispondiElimina
  9. Sento, nei commenti blog, ma anche nelle parole di tanta gente, che sta nascendo una speranza su diversi fronti,una prospettiva della quale si vivono gli inizi, difficili, ma promettenti.

    @ Paola
    benvenuta nello schiaccianoci, un caro saluto :-)
    Marilena

    RispondiElimina
  10. Io non mi pronuncio, se non vedo progressi resteranno parole vuote.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Sono giovane e magari non so ancora molte cose, però mi sembra che tutti partano con un bel discorso e alla fine non concludono mai niente.
    Anche le parole che ha usato la ministra sono parole stereotipate, già usate in precedenza e in altre campagne elettorali.
    Quindi niente di nuovo sotto il sole.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  12. Xavier e Beatrice, allineati su una comprensibile linea di scetticismo, vi capisco!Mi rallegro, tuttavia, della scelta dei due Presidenti nelle persone di Grasso e Boldrini, dei quali le azioni passate lasciano ben presagire per il futuro, non solo perle belle parole.

    RispondiElimina
  13. Una scelta che mi piace molto.

    Moz-

    RispondiElimina
  14. ciao cara
    la Presidente mi piace..però aspettiamo, troppo volte ci siamo illusi
    un abbraccio
    mietta

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento:
se capiti qui per caso,
se ogni tanto vieni a trovarmi,
se la curiosità ti accompagna in giro per la rete,
anche un semplice saluto è sempre gradito.
Fata C

comunicazione

I contenuti presenti su questo e gli altri blog dei quali sono titolare sono pubblicati con licenza Creative Commons 3.0 Italia.
Se condivisi devono essere rispettati i seguenti diritti:
- attribuzione: deve essere citato il nome dell'autrice
- non è consentito l'uso per fini commerciali
- non sono permesse modifiche

Alcune immagini sono state prelevate dal Web.
Se è stata violata qualche regola siete pregati di avvisare nello spazio commenti e saranno eliminate immediatamente.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale
ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.
Powered by Blogger.