google-site-verification: googlee3c30f8ac430801b.html
"Alla fine, noi conserveremo solo ciò che amiamo, ameremo solo ciò che comprendiamo, e comprendiamo solo ciò che ci viene insegnato."
Baba Dioum
Benvenuti a tutte le ore di tutti i giorni

gioco con invito

venerdì 8 marzo 2013

Riflettere sorridendo o sorridere riflettendo?






10 commenti:

  1. (Lettera di Giovanni Paolo II alle donne del 1995)

    Grazie a te, donna-madre, che ti fai grembo dell'essere umano nella gioia e nel travaglio di un'esperienza unica, che ti rende sorriso di Dio per il bimbo che viene alla luce, ti fa guida dei suoi primi passi, sostegno della sua crescita, punto di riferimento nel successivo cammino della vita.

    Grazie a te, donna-sposa, che unisci irrevocabilmente il tuo destino a quello di un uomo, in un rapporto di reciproco dono, a servizio della comunione e della vita.

    Grazie a te, donna-figlia e donna-sorella, che porti nel nucleo familiare e poi nel complesso della vita sociale le ricchezze della tua sensibilità, della tua intuizione, della tua generosità e della tua costanza.

    Grazie a te, donna-lavoratrice, impegnata in tutti gli ambiti della vita sociale, economica, culturale, artistica, politica, per l'indispensabile contributo che dai all'elaborazione di una cultura capace di coniugare ragione e sentimento, ad una concezione della vita sempre aperta al senso del «mistero», alla edificazione di strutture economiche e politiche più ricche di umanità.

    Grazie a te, donna-consacrata, che sull'esempio della più grande delle donne, la Madre di Cristo, Verbo incarnato, ti apri con docilità e fedeltà all'amore di Dio, aiutando la Chiesa e l'intera umanità a vivere nei confronti di Dio una risposta «sponsale», che esprime meravigliosamente la comunione che Egli vuole stabilire con la sua creatura.

    Grazie a te, donna, per il fatto stesso che sei donna! Con la percezione che è propria della tua femminilità tu arricchisci la comprensione del mondo e contribuisci alla piena verità dei rapporti umani.

    RispondiElimina
  2. ...già, non basta un giorno per pareggiare i conti, neanche secoli se è per questo.

    speriamo che almeno ques'anno siano meno le donne "festeggiate" dagli uomini con la violenza!

    un sorriso, a presto...mariuccia!

    RispondiElimina
  3. Asslutamente (e tristemente) vero, cara Marilena. Qui si lotta ogni giorno e c'è chi crede che una festa oramai banalizzata e che ha perso i connotati per cui è stata istituita possa risolvere tutto!
    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  4. Purtroppo sono veritiere le ultime due vignette, è ora che si cambino le cose.
    Un abbraccio zamposo

    RispondiElimina
  5. Tantissimi auguri da parte mia.
    E' vero, non basta un giorno ma secondo me non ce ne dovrebbe proprio essere bisogno, di pareggiare i conti^^

    Moz-

    RispondiElimina
  6. Splendido post cara Marilena, come sempre ci fai riflettere :)

    RispondiElimina
  7. non potevi trovare le parole più adatte...un caro saluto!

    RispondiElimina
  8. grazie per esser passata al compleanno di Ron...domani aggiorno il post stesso e scoprirai quanti anni ha festeggiato! :-)
    intanto il premio amicizia blogger è anche x te!

    RispondiElimina
  9. Ciao. Sono passata per un saluto. Da tanto non ci incontriamo. Spero tu stia bene. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  10. Ringrazio tutti per le visite e gli auguri.Si vive in una triste epoca di recessione e anche, direi soprattutto, la condizione femminile non può che risentirne.Questo rende più che mai necessario mantenere viva l'attenzione sui problemi.

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento:
se capiti qui per caso,
se ogni tanto vieni a trovarmi,
se la curiosità ti accompagna in giro per la rete,
anche un semplice saluto è sempre gradito.
Fata C

comunicazione

I contenuti presenti su questo e gli altri blog dei quali sono titolare sono pubblicati con licenza Creative Commons 3.0 Italia.
Se condivisi devono essere rispettati i seguenti diritti:
- attribuzione: deve essere citato il nome dell'autrice
- non è consentito l'uso per fini commerciali
- non sono permesse modifiche

Alcune immagini sono state prelevate dal Web.
Se è stata violata qualche regola siete pregati di avvisare nello spazio commenti e saranno eliminate immediatamente.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale
ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.
Powered by Blogger.