google-site-verification: googlee3c30f8ac430801b.html
"Alla fine, noi conserveremo solo ciò che amiamo, ameremo solo ciò che comprendiamo, e comprendiamo solo ciò che ci viene insegnato."
Baba Dioum
Benvenuti a tutte le ore di tutti i giorni

gioco con invito

sabato 15 giugno 2013

La "Luminara" di San Ranieri

La prima metà del mese di giugno è trascorsa nel clima di una primavera tardiva e capricciosa che sembra non aver per niente voglia di cedere il passo all'estate, che poi si farà largo all'improvviso. E' tempo che la città si prepari a festeggiare S. Ranieri, suo Patrono, e da giorni si addobbano palazzi e monumenti ad opera di cittadini ed addetti perchè la sera magica della vigilia,il 16 giugno, tutto sia scintillante di lumini tremuli che ricamano i Lungarni e i monumenti della Piazza dei Miracoli.
La corsa dei lumi abbandonati alla corrente dell'Arno in movimento verso Marina di Pisa un tempo era al centro di auspici e pronostici sull'immediato e lontano futuro, argomento mai come adesso attuale e incerto.
La tradizionale  Luminaria di S.Ranieri, evento spettacolare e suggestivo del Giugno Pisano,  richiama migliaia di turisti  e di visitatori che si mescolano ai cittadini nel passeggio affollato dei lungarni e poi, all'ora giusta, tutti a cercare il posto più favorevole per godere lo spettacolo pirotecnico:
sulle spallette del fiume, sui ponti strapieni di gente...e se si ritiene che i fuochi non siano stati all'altezza della festa ecco il grido dei pisani doc, tra il rassegnato e il polemico a oltranza "Ir Comune è povero!"e di vesti tempi, 'osa voi sperà... 
                                                           
Due anni fa, nella ricorrenza dell'850° anniversario della morte di S.Ranieri, l'anno giubilare vide numerose iniziative in tutta la Diocesi: l'urna con le spoglie del Santo fu esposta alla pubblica venerazione in molte chiese della Diocesi e  il 18 giugno  fu celebrato il solenne rientro in Cattedrale.
Il sonetto che segue, con l'incipit in forma epistolare idealmente rivolto a Renato Fucini, rappresenta il mio ricordo personale di quel quel suggestivo momento della vita spirituale e civica della nostra città.

   Caro Renato, penso che, se c’eri,
ti sarebbe garbata proprio tanto
la grande festa che per S. Ranieri
Pisa ha voluto in suo onore e vanto.

E nell’anno del grande Giubileo
la luminaria è stata ancor più bella:
la magia dei Lungarni e lumi asdeo,
ognuno fa tremar la sua fiammella.

E poi, quando nel blu la sera scende,
lento, sull’Arno, scivola il corteo,
tra due ali di popolo che attende.

Così il Santo rincasa in Cattedrale,
mentre Pisa rinnova il suo saluto
ed un canto di lode al Cielo sale. 



6 commenti:

  1. Deve essere una cerimonia realmente sugestiva contornata dalla bellezza dell'Arno d'argento....
    Divento subito romantica quando parlo della Toscana. chissà perchè!!!!!
    felice week-end:::)))

    RispondiElimina
  2. Ma che bello questo post, non sapevo nulla di questa ricorrenza!
    Un abbraccio
    Ruth

    RispondiElimina
  3. Sicuramente suggestivo!!
    Non conoscevo questa festività, questa ricorrenza, grazie per avermela fatta scorpire^^

    Moz-

    RispondiElimina
  4. Deve essere una bella ricorrenza :)

    RispondiElimina
  5. davvero suggestiva questa festa e bello il ricordo che hai postato e le foto. ed a proposito di post....da me si parla di....te!! ;-)) un carissimo saluto a te, famiglia e miao miao a Stanzi!!!

    RispondiElimina
  6. Ne ho sentito parlare: dev'essere un evento molto suggestivo...

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento:
se capiti qui per caso,
se ogni tanto vieni a trovarmi,
se la curiosità ti accompagna in giro per la rete,
anche un semplice saluto è sempre gradito.
Fata C

comunicazione

I contenuti presenti su questo e gli altri blog dei quali sono titolare sono pubblicati con licenza Creative Commons 3.0 Italia.
Se condivisi devono essere rispettati i seguenti diritti:
- attribuzione: deve essere citato il nome dell'autrice
- non è consentito l'uso per fini commerciali
- non sono permesse modifiche

Alcune immagini sono state prelevate dal Web.
Se è stata violata qualche regola siete pregati di avvisare nello spazio commenti e saranno eliminate immediatamente.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale
ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.
Powered by Blogger.