google-site-verification: googlee3c30f8ac430801b.html
"Alla fine, noi conserveremo solo ciò che amiamo, ameremo solo ciò che comprendiamo, e comprendiamo solo ciò che ci viene insegnato."
Baba Dioum
Benvenuti a tutte le ore di tutti i giorni

gioco con invito

domenica 13 ottobre 2013

Viva Verdi!



Buio in sala, poi si levano le note del preludio del primo atto de "La  Traviata".
Vecchiano celebra il bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi con un'opera tra le più amate e conosciute anche dal grande pubblico.
Questa popolarità conferma il valore di un messaggio artistico la cui grandezza consiste anche nella straordinaria  dote di coinvolgere tutti, senza distinzioni di censo, di età e di condizione, in virtù della dimensione universale dell'arte vera .
  Ancora prima dell'apertura del pesante sipario rosso inizia l'emozione dell'opera lirica.
 Si scivola da un'aria all'altra, melodie immortali  nell'armonia di canto e musica che accompagnano verso il tragico epilogo la struggente vicenda di Violetta.
Non so da quanti anni nel Teatro Olimpia di Vecchiano non si rappresentava un'opera.
Far rivivere la grande arte del melodramma in un piccolo teatro di paese è, specialmente in tempi difficili come i nostri, un vanto per tutta la comunità; un'opportunità culturale che si fonde direttamente con la nostra identità e la nostra storia.
Il pubblico, tra cui molti giovani, qualcuno certamente al primo incontro con con l lirica, segue con viva partecipazione e, alla fine, saluta gli artisti con il suo lungo e caloroso applauso: ai cantanti, ai musicisti, a chi lavora dietro le quinte.
Un applauso che riassume l'ammirazione, l'emozione, la conferma che l'opera è viva e amata.
La musica resta nel cuore e ci tiene compagnia...fino alla prosima occasione.
Grazie Verdi, ciao Beppe.

10 commenti:

  1. Una grande iniziativa, senza dubbio!

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Un'iniziativa molto bella,brava Vecchiano!

    RispondiElimina
  3. Le opere liriche hanno sempre un grande fascino soprattutto se ammirate , sentite , dal vivo...sono felice che nel tuo paese ci sia stata questa rappresentazione, Verdi è un emiliano, come me, ci sono molte manifestazioni in giro per il centenario.
    Io (quando ero giovane) ho fatto la comparsa in opere liriche nel teatro Municipale di Piacenza e ho anche partecipato alla Traviata :-) bei tempi.....

    RispondiElimina
  4. Ciao Marilena, passo, al rientro della vacanze a darti un saluto. Purtroppo ho difficoltà a vedere quando scrivi...ma comunque sono qui!

    Bella ed interessante iniziativa.
    Ti auguro una buona giornata.
    Antonella

    RispondiElimina
  5. Le opere liriche mi piacciono tantissimo, ne ho anche viste tante, tra le tante "La traviata" è forse quella che preferisco.
    Grazie,Marilena, buona giornata!
    Dani

    RispondiElimina
  6. Ringrazio tutti di cuore per la visita e i commenti e mi propongo di farmi viva presto sui vostri blog, che seguo sempre con piacere.
    Per impegni contingenti in questo periodo sto poco al computer, conto di rifarmi appena possibile.
    Intanto almeno questa grande opera sono riuscita a vederla con pochi euro, a pochi passi da casa...non è poco al giorno d'oggi.
    Far vivere arte e cultura nei luoghi popolari è una vera conquista.
    Saluti cari a tutti voi:)
    Marilena

    RispondiElimina
  7. Amo la Traviata tantissimo... trovo bellissime le sue melodie!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. La musica classica dal vivo apre il cuore come poche cose nella vita, poterla ascoltare é sempre un'esperienza da non perdere. Ciao Marilena :-)

    RispondiElimina
  9. Amo tutto di Verdi, ogni sua opera non è solo e storia è qualcosa di più,qualcosa che ti entra dentro e non se ne va più via,ricordo bambina un fil sulla vita di Giuseppe Verdi,credo fosse "Viva Verdi", ricordo una scena in cui credo di ricordare,ero talmente piccola,credo stesse morendo la figlioletta di Verdi, o Lui?di preciso nn ricordo ma rivedo come fossero davanti a me passare le carrozze silenziosamente,avevano bendato gli zoccoli dei cavalli affinché non facessero rumore passando sotto le sue finestre,per rispetto,per amore… per me nessuno eguaglia Giuseppe Verdi…nessuno mai…saluti a tutti,un sorriso per una dolce sera… :-)

    RispondiElimina
  10. @ Ande
    @Nuvola Rossa
    @ Anna Rosa

    Anzitutto vi ringrazio e vi saluto con affetto.
    Siamo fortunati ad avere queste piccole( ma solo nel numero e nei mezzi) compagnie amatoriali che coltivano e divulgano la grande arte della lirica e la rendono accessibile a tutti.

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento:
se capiti qui per caso,
se ogni tanto vieni a trovarmi,
se la curiosità ti accompagna in giro per la rete,
anche un semplice saluto è sempre gradito.
Fata C

comunicazione

I contenuti presenti su questo e gli altri blog dei quali sono titolare sono pubblicati con licenza Creative Commons 3.0 Italia.
Se condivisi devono essere rispettati i seguenti diritti:
- attribuzione: deve essere citato il nome dell'autrice
- non è consentito l'uso per fini commerciali
- non sono permesse modifiche

Alcune immagini sono state prelevate dal Web.
Se è stata violata qualche regola siete pregati di avvisare nello spazio commenti e saranno eliminate immediatamente.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale
ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.
Powered by Blogger.