google-site-verification: googlee3c30f8ac430801b.html
"Alla fine, noi conserveremo solo ciò che amiamo, ameremo solo ciò che comprendiamo, e comprendiamo solo ciò che ci viene insegnato."
Baba Dioum
Benvenuti a tutte le ore di tutti i giorni

gioco con invito

lunedì 25 febbraio 2013

Disastro Italia? No, disastrosi Italiani


Sento il bisogno di esprimere
il mio profondo dolore
e la mia preoccupata costernazione
per la nostra Italia,
nella quale un grande numero di cittadini
ancora una volta ha compiuto una scelta che,
 dopo le disastrose esperienze passate
conferma di anteporre al bene di tutti noi
l'immoralità
la corruzione
la prevaricazione
l'irrisione dei diritti
e dei principi della Costituzione.

mercoledì 20 febbraio 2013

Premio dell'amicizia Blogger

Quale più gradito dono di un premio che esalta  l'amicizia,
virtuale ma reale e presente nei contatti con gli amici della rete.
Una bella immagine nelle tonalità pastello, ad anticipare i colori della primavera, con questo grande cuore rosa,  
fiori intorno e un volo di farfalle!
Uno slogan e un'immagine che scaldano il cuore 
e rallegrano la vista!



Questo premio me l'ha donato Lalila, 
bravissima e creativa autrice del blog
che ringrazio vivamente, con tanta simpatia.

Ed ecco le semplicissime regole:


1) Ringraziare chi ha conferito il premio
2) Mettere il premio nel blog (nella sidebar o in uno spazio dedicato ai premi)
3) Scegliere 5 blog a cui donarlo (e avvertirli di averli premiati)

...Oltre ad esaltare l'amicizia, questo premio ha il pregio di non chiedere niente in cambio 
( la vera amicizia è gratis ed incondizionata!)
Quanto al numero di segnalazioni, come faccio da tempo mi prendo la licenza di offrirlo a mia volta ad una sola amica e lo assegno a 
Maria Antonietta, autrice del blog
Nerosubianco 
una blogger e soprattutto un'amica con la quale sono in contatto da tanto tempo e che seguo 
con piacere nella sua appassionata attività di scrittura in versi e in prosa.
  




domenica 17 febbraio 2013

Gatti in festa


Prima che finisca la giornata dedicata alla Festa del Gatto, 
un pensiero affettuoso ai nostri amici ronfanti e sfusacchianti, 
maestri di vita e di destrezza.
Sanno sempre qual è la strada migliore per cavarsi dai guai:
Se rinasco voglio rinascere gatto.
Se dovesi affidarmi ad un animale in un'emergenza, mi fiderei del suo istinto.
 Sanno ottenere con due moine tutto quello che vogliono.
cibo buono e abbondante
il posto più comodo e caldo;
coccole, carezze e grattini
che compensano con abbondante pasta 
e concerti di fusa
nel momento e nella misura che decidono loro.
Intanto sono ben gelosi della loro indipendenza:
quando pensi di intuire le loro mosse ti beffano con noncuranza,
ti rendi conto che la sfida è impari e vana.
E questo aumenta il loro fascino, e lo sanno
e accresce il loro ascendente 
e sanno bene anche questo.
Perciò nel rapporto tra te e il tuo gatto le parole sono superflue
 e l'intesa è tanto profonda!



martedì 12 febbraio 2013

Chissà se stanotte il Papa ha dormito

Non ci si pensa mai, ma la parola "Papa" vuol dire "Padre".
Dunque  le dimissioni ( ma non si dovrebbe dire abdicazione? Si tratta di un sovrano regnante) di Benedetto che tornerà ad essere Joseph per tutti noi Cattolici, più o meno credenti e praticanti, laici e consacrati, militanti o "latenti" è come rimanere orfani con il padre ancora vivente.Ciò non può che generare disagio e conflitto, in senso spirituale e umano e, infine, anche affettivo.
Un Papa poco benvoluto, spesso deriso( ne ha dato anche occasione: le scarpe rosse, il camauro, l'ermellino, facili esche all'ironia e al basso dileggio). Poco comunicativo, nonostante i moderni media, anzi i dati da twitter hanno rincarato pesantemente la dose, dimostrando l'ignoranza ignobile dell'offesa al posto del dissenso argomentato.
Ma ciò che emerge su tutto è la sua solitudine, nell'Eremo di San Pietro, al centro del Mondo.
E' già in piena il fiume delle parole scritte e parlate, delle valutazioni e della dietrologia, di provenienza  e autorevolezza le più disparate e chissà quante ne sentiremo prima che la Storia metta ordine nella cronaca.
E' la sua solitudine che ci h fatto sentire, nel momento dell'addio, più vicini ad un uomo del nostro tempo, che ci somiglia nelle inquietudini e nel disorientamento, che non si è nascosto dietro l'infallibilità dogmatica e al suo ruolo di potente della Terra e Vicario del Regno dei Cieli, ma che ha detto, con un grande gesto di umanità e di umiltà: "Non ce la faccio più" .



sabato 9 febbraio 2013

Mozart e la malapubblicità

Avevo già in mente di scrivere qualcosa sulla malapubblicità, anche prima della gag di ieri sera di Crozza, in questo momeno al top della satira politica e di costume in questa nostra malandata Patria e sa il cielo se mancano gli argomenti.
Se la pubblicità può essere vista dai più intransigenti come e comunque una strategia di condizionamento e di strumentalizzazione delle masse
( termine assai datato e quasi nostalgico, in un certo senso, riportato alla dottrine politico-sociali)    volta alla persuasione  più o meno occulta del consumatore, non si può affermare che il messaggio pubblicitario sia omogeneo, non solo, ovviamente, per i contenuti, ma soprattutto per lo stile comunicativo, la scelta delle immagini, del contesto, dei linguaggi.
E' qui che entrano in gioco le differenze, dovute al target di un dato prodotto, a fronte di spot dove creatività e umorismo veicolano il messaggio in modo piacevole, quante scempiaggini vengono sdoganate quando si fa leva sui lati meno positivi della personalità.
Perciò ecco sensuali voci con accenti esotici : per il parfum un francese strascicato, per il drink un dinamico inglese e per l'espresso il divino Clooney in tandem con la divina di turno e tanto di sottotitoli per gli italiani (molti) non poliglotti, a riprova di quanto si ritengono provinciali e ignoranti gli spettatori / acquirenti. Grazie.
Ci riservano cupe immmagini al limite della violenza psicologica e non solo, stimoli per la competizione  e il protagonismo, dove l'arroganza è la qualità più esaltata e il successo è garantito per chi vorrà dotarsi di quell'auto o altro prestigioso oggetto cult.
E, ultima ma solo per non annoiare più, la MUSICA! E che musica.
Già Daniel Baremboim, nel suo libro"La musica sveglia il tempo"cita un episodio accaduto negli Stati Uniti , dove una casa produttrice è stata sanzionta per aver usato il "Lacrimosa" mozartiano per la pubblicità di sanitari ( water close, nello specifico), non tanto per l'oltraggio ad una composizione di quella levatura, ma, in definitiva, per vilipendio alla religione, poiché il testo fa parte di una preghiera ufficiale della Chiesa Cattolica. Meglio di nulla...
Per non essere da meno, da noi lo stesso brano, la cui drammaticità pervade l'ascoltatore fin dalle primissime note, è stato usato come sottofondo ad una seducente figura femminile dalle conturbanti  movenze accompagnate da una dirompente sensualità, bella sì, ma stride l'accostamento, allo scopo di promuovere il profumo di una famosa maison, che dovrebbe essere modello di gusto e raffinatezza.
Ultimo, speriamo, in ordine di arrivo sui nostri piccoli schermi , lo spot di un sito di comparazione assicurazioni, dove improbabili prove di forza e resistenza si avvicendano sulle note del "Dies Irae", sempre dal Requiem di Mozart, un'esplosione di voci e musica sull'abisso dell'Al di là, banalizzato in modo ridicolo.
L'elenco di queste cadute di tono rischia di non avere fine, purtroppo, a danno e offesa dell'intelligenza degli spettatori e della valenza artistica e culturale di opere e autori così degradati..
Non vale la scusa di chi sostiene che in questo modo il grande pubblico si avvvicinerebbe alla musica classica.
Per molti , sempre per restare a Mozart (ma tanti altri autori hanno avuto la stessa sorte), la "Marcia Turca" era e resta la musica di Angelino.

martedì 5 febbraio 2013

Liebster Blog Award


Liebster Blog Award

Grazie a        ideecreative
dal piacevole blog   Destinazione Forno
ho avuto la bella sorpresa di ricevere questo premio.
Un premio che viene dalla Germania
 (...di questi tempi, teniamocelo stretto, almeno qui lo spread non c'entra!!)
e che esprime, già nel nome, il bellissino significato :Amabile
una parola che sa di gentilezza, di garbo, di accoglienza
un tempo usata anche come nome proprio femminile,
ad auspicare per la bimba che lo riceveva il possesso di quelle qualità  
che addolciscono la vita!

Venendo alle regole che caratterizzano i premi virtuali, mesi fa ho pubblicato due post
 ed ho ricevuto numerosi commenti dagli amici della rete a proposito delle procedure eccessivamente lunghe e complicate che rischiano di trasformare il piacere di ricevere un premio, sempre gradito omaggio e pensiero a noi rivolto, in un impegno assai gravoso in termini di tempo e di scelta.
Da allora ho adottato criteri più flessibili ed anche più mirati e quindi procedo alla nomina di un solo blogger,
allo scopo di effettuare una scelta motivata e personale, che nel contempo non fermi la circolarità di questi premi, utili a consolidare i contatti con gli amici della rete.


Adesso entro nel vivo del Premio e rispondo alle 11 domande  di  ideecreative

1.  Capelli lunghi o corti?   Ho i capelli ricci e tornano sempre in sù!
2.  Minigonna o longuette?  longuette, anche da giovane, figurarsi  da sessantunenne ( per la privacy...)
3.  Mercato rionale o supermercato? non mi piace fare la spesa, ma è un'occasione per incontrarsi
4.  Sabbia o pietre? ...al mare? qui siamo in Versilia, spiaggia proverbiale, sabbia fine e chiara
5.  Occhiali o lenti a contatto? da grande miope, li ho provati entrambi
6.  Ottimismo o pessimismo?  ottimismo della volontà 
7.  Digitale o analogico?  l'orologio?  analogico, il resto digitale
8.  Libro o ebook ?  LIBRO
9.  Tacco o zeppa?   leggera inclinazione ....o pari pari
10.Topolino o Paperino? Paperino ( la proiezione dei nostri difetti...e poi poverino, quella sfiga)
11.Diabolik o Lupin ?   tutti e due troppo furbi, ma Lupin è più ironico.

Ed ecco le mie11 domande di grande spessore e impegno:
  1. Pigiama o camicia da notte?
  2. Ciabatte o pantofole?
  3. Caffè o cappuccino?
  4. Latte o limone?
  5. Petto o coscia? ( senza malizia, ci mancherebbe!)
  6. Parole crociate o rebus
  7. Italiano o matematica?
  8. Storia o geografia?
  9. Pari o dispari? ( la più enigmatica)
  10. Aglio o cipolla
  11. Giorno o notte?
  12. Scacchi o Battaglia navale?
Mi sono accorta che sono 12, ma mi dispiace eliminare il frutto del mio ingegno...potrei continuare, ma  è il momento del rullo dei tamburi e, insieme al post invierò al blog prescelto anche una cospicua dose di fosforo a pronta presa.
Il blog che segnalo  come destinatario del Liebster Blog Award  è:
 Giardino fiorito

della nuova amica Magda

PS : meno male che è carnevale e se piove di quel che tuona il carnevale continuerà anche dopo...

comunicazione

I contenuti presenti su questo e gli altri blog dei quali sono titolare sono pubblicati con licenza Creative Commons 3.0 Italia.
Se condivisi devono essere rispettati i seguenti diritti:
- attribuzione: deve essere citato il nome dell'autrice
- non è consentito l'uso per fini commerciali
- non sono permesse modifiche

Alcune immagini sono state prelevate dal Web.
Se è stata violata qualche regola siete pregati di avvisare nello spazio commenti e saranno eliminate immediatamente.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale
ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.
Powered by Blogger.