google-site-verification: googlee3c30f8ac430801b.html
"Alla fine, noi conserveremo solo ciò che amiamo, ameremo solo ciò che comprendiamo, e comprendiamo solo ciò che ci viene insegnato."
Baba Dioum
Benvenuti a tutte le ore di tutti i giorni

gioco con invito

domenica 30 giugno 2013

Big G ha detto stop



Sono curiosa di vedere che aspetto avrà domani la  bacheca di noi blogger blogspot.
E' giunta l'ora di salutare Google Reader e di mandarlo nella soffitta virtuale.
Prepariamo i fazzoletti o stapperemo una bottiglia di spumante per un brindisi di addio?
La Fata Confetto ha un moto di stizzosa sufficienza, dopo che l'anno scorso ha subito per mesi il malfunzionamento che portò, a novembre scorso, alla nascita de "Lo schiaccianoci" e adesso... tutti via!!
Da giorni arrivano post che annunciano la nuova sistemazione.

Anche Lo schiaccianoci da qualch giorno è su Bloglovin'
Ho provveduto ad iscrivermi tra i followers dei blog che seguo: se qualcuno non si trovasse nell'elenco è pregato di segnalarmelo e provvederò subito ad inserirlo.

Mi auguro vivamente  che anche coloro che attualmente mi seguono facciano gentilmente altrettanto e fin da ora ringrazio tutti!

Nella sidebar  potete trovare il pulsante, poco vistoso, ma c'è.
Arrivederci  e, a  tutti gli amici della rete, buon proseguimento !!


venerdì 28 giugno 2013

Abbiamo ospiti




Le sorprese sono sempre stimolanti e, a questo proposito, il nostro garage spesso ce ne riserva di nuove, sempre con animali come protagonisti.
Ieri ho sentito un rumore di un volo piuttosto forte, uno svolazzare frenetico  e insistente.
Ho cercato di curiosare affacciandomi al soppalco da dove il rumore proveniva, sospesa sul terzo piolo della scala ( raramente vado oltre), ma figurarsi se il protagonista del volo clandestino si faceva vedere da me!
Poi, però, evidentemente ha preso sicurezza e si è mostrato: un bel piccione appollaiato dentro un vecchio staccio ( setaccio o vaglio, per i non pisani).
Una posizione di totale dominio, collocato sopra a un altrettanto vetusto mobile di cucina, cosiddetto mettitutto per le sue versatili funzioni, poi rimpiazzato dai pensili "all'americana" e dalle cucine componibili.
Sull'annoso e glorioso mettitutto il piccione poteva ricavate un favoloso nido , con paglia e piume sulla rete dello staccio, tra un canestro un po' malconcio e alcune ferraglie arrugginite, una specie di attico per loro volatili,
Avrebbe chiamato la sua compagna, ci sarebbero state covate e piccioncini implumi...ma anche qualcos'altro a complicare la vita di noi abitanti umani, specialmente dal punto di vista igienico.
Prima che il sogno della coppia piccionesca prendesse forma, è stato il piccione a prendere il volo, disturbato dalla nostra volontaria confusione: due o tre giri  nello spazio ridotto del garage e poi ha infilato la porta ed è scomparso.

Animale che ci sono venuti a trovare:

Una giovane femmina di cane lupo, ( emozione forte per me che ho terrore e me ne vergogno anche dei cagnolini ):era sfuggita ad una preoccupatissima giovane proprietaria, che con il passa parola del paese l'ha recuperata da noi .
Un bell'esemplare di fagiano, con l'anello al becco segno che era stato contrassegnato prima della liberazione sui monti vicini. Il dubbio tra una certa ricetta che ho in repertorio e l'indignazione animalista dei ragazzi fu risolto, menomale, con la fuga del selvatico visitatore.
A turno in terrazza abbiamo avuto una gazza svolazzante tra i panni, con quel grande becco un po' minaccioso; una  coccorita, dallo sguardo stupito e il piumaggio multicolore e una serie di passerottini, destinati a fare una brutta fine, nonostante qualche tentativo di cura.
Abitualmente, come dice il Poeta, "le rondini di sera intreccian voli", così, da vicino, ci fanno una garrula compagnia.

mercoledì 26 giugno 2013

ammazza-blog, eccolo di nuovo


Rispunta la minaccia di forti sanzioni, 
anche per i blog ,
 legate all'obbligo di rettifica.
Saltuariamente ritorna in discussione, 
questa volta per opera di Scelta Civica, 
la modifica dell'art. 8 della Legge del 1948.
  Il comma, che contiene la norma anti-blog, recita cosi':
 "per i siti informatici, ivi compresi i blog
le dichiarazioni o le rettifiche sono pubblicate
 entro quarantotto ore dalla richiesta [...]"
Per chi non rispetterà l'obbligo di pubblicazione della rettifica scatterà una multa da un minimo di
 "euro 8.000" a un massimo di "euro 16.000". 


Per non avere sorprese,
meglio informarsi 
sugli sviluppi della situazione!

Per saperne di più: 

lunedì 24 giugno 2013

Su la testa


La GIUSTIZIA  ha scritto oggi una grande pagina della Storia 
di questa nostra Italia.
Una pagina coraggiosa, che mette di nuovo al loro posto parole come
 VERITA', ONESTA', MORALITA', LEGALITA, DIGNITA'
 
Finalmente la vergogna è finita.
Si puo togliere il punto interrogativo al motto
 "LA  LEGGE  E'  UGUALE  PER  TUTTI"
che per tanti anni è stato calpestato e irriso dall'arroganza del potere  asservito all'interesse personale.
La reazione degli alfieri che quel potere hanno condiviso e sostenuto sarà terribile ed è già incombente, con i  soliti attacchi e delegittimazioni, le solite difese pretestuose.
Resta da sperare che i Cittadini onesti e le Istituzioni, nonostante venti tristi anni di corrosione di valori e di manipolazione delle pratiche fondamentali della Democrazia, sappiano riaffermare i principi e le azioni per la realizzazione del bene comune.


domenica 23 giugno 2013

Lo schiaccianoci su Bloglovin

<a href="http://www.bloglovin.com/blog/6621075/?claim=3xz3cqqwha3">Follow my blog with Bloglovin</a>

sabato 15 giugno 2013

La "Luminara" di San Ranieri

La prima metà del mese di giugno è trascorsa nel clima di una primavera tardiva e capricciosa che sembra non aver per niente voglia di cedere il passo all'estate, che poi si farà largo all'improvviso. E' tempo che la città si prepari a festeggiare S. Ranieri, suo Patrono, e da giorni si addobbano palazzi e monumenti ad opera di cittadini ed addetti perchè la sera magica della vigilia,il 16 giugno, tutto sia scintillante di lumini tremuli che ricamano i Lungarni e i monumenti della Piazza dei Miracoli.
La corsa dei lumi abbandonati alla corrente dell'Arno in movimento verso Marina di Pisa un tempo era al centro di auspici e pronostici sull'immediato e lontano futuro, argomento mai come adesso attuale e incerto.
La tradizionale  Luminaria di S.Ranieri, evento spettacolare e suggestivo del Giugno Pisano,  richiama migliaia di turisti  e di visitatori che si mescolano ai cittadini nel passeggio affollato dei lungarni e poi, all'ora giusta, tutti a cercare il posto più favorevole per godere lo spettacolo pirotecnico:
sulle spallette del fiume, sui ponti strapieni di gente...e se si ritiene che i fuochi non siano stati all'altezza della festa ecco il grido dei pisani doc, tra il rassegnato e il polemico a oltranza "Ir Comune è povero!"e di vesti tempi, 'osa voi sperà... 
                                                           
Due anni fa, nella ricorrenza dell'850° anniversario della morte di S.Ranieri, l'anno giubilare vide numerose iniziative in tutta la Diocesi: l'urna con le spoglie del Santo fu esposta alla pubblica venerazione in molte chiese della Diocesi e  il 18 giugno  fu celebrato il solenne rientro in Cattedrale.
Il sonetto che segue, con l'incipit in forma epistolare idealmente rivolto a Renato Fucini, rappresenta il mio ricordo personale di quel quel suggestivo momento della vita spirituale e civica della nostra città.

   Caro Renato, penso che, se c’eri,
ti sarebbe garbata proprio tanto
la grande festa che per S. Ranieri
Pisa ha voluto in suo onore e vanto.

E nell’anno del grande Giubileo
la luminaria è stata ancor più bella:
la magia dei Lungarni e lumi asdeo,
ognuno fa tremar la sua fiammella.

E poi, quando nel blu la sera scende,
lento, sull’Arno, scivola il corteo,
tra due ali di popolo che attende.

Così il Santo rincasa in Cattedrale,
mentre Pisa rinnova il suo saluto
ed un canto di lode al Cielo sale. 



mercoledì 5 giugno 2013

Contro lo Spreco



Oggi si celebra il World Environment Day: 
contro lo spreco alimentare
Quasi certamente da più parti si leveranno voci critiche, poiché chi promuove queste iniziativa, Barilla Center for Food & Nutrition  senza dubbio fa  parte, così come ne facciamo parte tutti noi,  del sistema responsabile dei danni ambientali, delle differenze e degli squilibri tra le diverse parti del Pianeta e di tutti quegli aspetti che coinvolgono l'ecologia e la biologia, l'etica e la morale e tanti altri grandi temi, attuali e drammatici, dalla fame al degrado, dalla salvaguardia delle bio-diversità al rispetto dei diritti umani.

 Il degrado non è solo di chi lo subisce, ma è di tutta l'umanità

Nessuno è fuori da questo contesto, qualunque sia la sua condizione e il suo ruolo.
Portare l'attenzione sullo spreco alimentare è un passo significativo in direzione della consapevolezza dei propri comportamenti, della potenzialità di azioni mirate, della solidarietà che non si limiti alle parole e alle intenzioni. 

Il rispetto per il cibo, fonte e condizione essenziale della vita degli uomini e degli animali, ha sempre fatto parte di tutte le culture e di tutte le religioni.
Da  sempre l'accoglienza e l'ospitalità si sono manifestate nell'offerta del cibo all'ospite, tanto più se bisognoso.
Al di là del gesto di carità del dar da  mangiare agli affamati,  la ripartizione delle risorse, in primo luogo quelle alimentari, è un dovere umano e sociale, dei singoli e della comunità.
Tutti noi possiamo fare molto nel nostro quotidiano: modificare abitudini sbagliate, divulgare la conoscenza del problema, educare le nuove generazioni affinché questo aspetto entri a far parte delle normali regole di convivenza .
Avremo agito per la conquista di  una vera ricchezza,  fatta di valori  umani e di risorse concrete.  


comunicazione

I contenuti presenti su questo e gli altri blog dei quali sono titolare sono pubblicati con licenza Creative Commons 3.0 Italia.
Se condivisi devono essere rispettati i seguenti diritti:
- attribuzione: deve essere citato il nome dell'autrice
- non è consentito l'uso per fini commerciali
- non sono permesse modifiche

Alcune immagini sono state prelevate dal Web.
Se è stata violata qualche regola siete pregati di avvisare nello spazio commenti e saranno eliminate immediatamente.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale
ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.
Powered by Blogger.