google-site-verification: googlee3c30f8ac430801b.html
"Alla fine, noi conserveremo solo ciò che amiamo, ameremo solo ciò che comprendiamo, e comprendiamo solo ciò che ci viene insegnato."
Baba Dioum
Benvenuti a tutte le ore di tutti i giorni

gioco con invito

venerdì 20 marzo 2015

E' sempre una grande emozione!


immagine da www.astroperinaldo.it

Il cielo sopra di noi, che di solito, affaccendati in mille cose, tutte irrinunciabili, non ci curiamo di cosa succede nell'Universo, oggi era al centro dell'attenzione con uno spettacolo straordinario.

 
Inevitabile per chi come me, da bambina, ha vissuto l'emozione dell'eclissi totale di sole del 15 febbraio 1961, il richiamo a quell'evento.
Coincidenza casuale ma suggestiva, la data coincise con il giorno della nascita di Galileo Galilei (1564, a Pisa, a pochi chilometri da qui ).
Fu un momento indimenticabile: dalla luminosità della mattinata invernale, ma serena, al buio totale, con il ritorno del freddo notturno e delle stelle, luminosissime.
L'inquietudine degli animali, l'abbaiare smarrito dei cani, le galline tornarono a letto nei pollai ...fino al nuovo canto dei galli, pochi minuti dopo.
Così in campagna vivemmo, tutti a naso in sù, vetri affumicati con la fiamma della candela a proteggere gli occhi, l'eclisse totale di sole.
Un privilegio non concesso a tutte le generazioni.
Andammo a scuola dopo l'evento e era scontato che ci fosse richiesto di  raccontare tutto in  un bel compito in classe.
La sera, replica dello spettacolo, tutti nei bar del paese a seguire il notiziario, perché nessuno  o quasi possedeva un televisore.
Oggi quel lontano ricordo si è rinverdito: l'eclisse parziale ci ha regalato una visione, opportunamente filtrata, della falce luminosa al di sotto del disco oscuro.
Da sempre  si è stabilito un dialogo tra i movimenti dei Corpi celesti  e l'Uomo: da Aristotele  a Keplero, all'eclisse di Sole del 29 maggio 1919, passata alla storia per aver fornito una prova della teoria della Relatività Generale di Einstein.
Per non parlare dello stupore dei primi esseri umani e delle credenze che presso i popoli di tutto il mondo e di tutte le epoche si sono sviluppate intorno a questi eventi grandiosi.
Speriamo che il linguaggio universale della Natura, che oggi ci ha dato segno della sua grandezza infinita, ci renda più consapevoli che siamo tutti sotto lo stesso Cielo.

22 commenti:

  1. Stamattina ero a lavorare, ma ho fatto un salto fuori per assistere all'evento. La natura ci riserva sempre grandi spettacoli e noi siamo veramente un granellino.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao CODW,
      anch'io ho avuto il pensiero di quanto siamo piccoli e fragili, sebbene spesso ci comportiamo in modo opposto, come se si fosse potenti ed eterni.
      La Natura ci offre opportunità di riflettere e imparare un po' di umiltà.
      Saluti a te

      Elimina
  2. Che bei ricordi Marilena, grazie di averli condivisi con noi, a presto, Gabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gabry,
      questa eclisse parziale ci riporta l'indimenticabile emozione di quella totale che abbiamo avuto la fortuna di vedere da bambini:)

      Elimina
  3. E' vero, è sempre emozionante assistere a questi rari fenomeni. Anch'io ho potuto vedere il fenomeno attraverso gli appositi vetrini : sembrava la luna e, invece era il sole coperto dalla luna.
    Ti auguro un buon week end.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mirtillo,
      il Cielo ci offre sempre grandi spettacoli, che ci fanno pensare ed emozionare!
      :)

      Elimina
  4. Ciao Marilena, bello il tuo ricordo, anch'io come te ho un ricordo magico, dell'eclissi totale del 1961. Un ricordo di un evento speciale, forse amplificato perché bambina, con i vetrini preparati come ci aveva consigliato la maestra. Mi ricordo ancora il punto della strada dove mi sono fermata con il papà a guardare la luna che si mangiava il sole come un biscotto, ricordo il buio. Il cielo mi affascina molto.Ieri sera spiegavo queste cose al mio nipotino di 5 anni, lui oggi ha visto l'eclissi a scuola, le maestre si erano fatte portare alcune maschere apposite, ed è rimasto colpito dal gioco delle maschere che come una magia faceva vedere ciò che non si vedeva ad occhio nudo "Nonna senza non si poteva vedere, hai capito?". Io invece sono rimasta un po' delusa, sapevo che non era totale ma mi aspettavo meno luce, mi aspettavo non dico la notte ma quasi. Grazie per aver condiviso con noi il tuo ricordo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D eve essere molto bello, Anna Maria, condividere queste cose con i nipotini e scoprire il loro stupore, come il nostro di un tempo!

      Elimina
  5. Ciao Marilena, parole sante le tue. Presi come siamo da mille faccende quotidiane dimendichiamo che siamo circondati e avvolti da una natura bellissima e da un cielo che ci parla continuamente con fenomeni straordinari, a volte invisibili e a volte come ieri di una emozione immensa. La luna che si sovrappone al sole per me è un fenomeno alchemico stupendo, e la manifestazione di Amore Universale. Sarò troppo romantica?
    Un abbraccio cara fata e buon fine settimana a te.

    Emy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, cara Emyly, NON sei troppo romantica!!
      La grandiosità dell'Universo parla alla mente e al cuore, ci rendiamo conto dell'appartenenza di ogni essere ad un unico Disegno che tutto include:)

      Elimina
  6. non ho visto quella di cui parli, non ero ancora nata, ma in seguito ho potuto assistere a tanti spettacoli della natura e rimango sempre stupita col naso all'insù
    Annamaria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo stupore, cara Annamaria, è condiviso da tutto il genere umano ed è la prova della meravigliosa armonia del Creato:)

      Elimina
  7. Ciao Marilena, come te ricordo l'evento del 1961. L'eclissi è sempre uno spettacolo misterioso e affascinante. Purtroppo qui quello di venerdì non è stato un gran che, il tempo era molto brutto, uno di quei giorni in cui sembra che non venga mai giorno, peccato! Come sempre il tuo modo di descrivere è coinvolgente e mi piace molto.
    Un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonella,
      noi siamo stati più fortunati perché qui il tempo era bello, ma l'eclissi parziale non è così spettacolare come quella che ci ga affascinato da bambine (...tu molto piccola!). Solo una spettrale luce giallognola e una luminosità appena attenuata, con un leggero calo della temperatura.
      Ma è stato bello ugualmente!:)

      Elimina
  8. non sono riuscita a fare una foto bella come quella da te postata....io ho notato il cielo plumbeo....cmq non è stata come quella volta dell eclissi totale, sono sempre fenomeni che lasciano stupore....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno io, carissima Fiore, sono riuscita a fare foto significative...infatti ho postato un'immagine dal web!
      Qui il cielo sereno ha permesso una buona visione, con la protezione adeguata, ovviamente!:)

      Elimina
  9. L'eclissi è stata una spettacolo meraviglioso sono uscita per poterla guardare con calma da una postazione migliore. Mi spiace non avere una foto perchè, anche se ho tentato, gli scatti hanno trasformato il sole in un fascio di luce che non mostra l'evento.
    Buon inizio settimana un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Audrey,
      per usare la fotocamera erano necessari accorgimenti particolari, meglio non rischiare e cercare di vedere dal vivo, con un'adeguata protezione: è sempre un evento notevole!:-)

      Elimina
  10. Beata te che l'hai visto .. io ero alle prese con il mio cellulare che sembrava morto .. uff.
    Comunque hai scritto davvero un post, e a quanto hai scritto ne conservi un ricordo meraviglioso ^^ .
    A presto .. Dream Teller ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovrai pazientare per circa 5 anni, intanto ti organizzi per benino !
      :D

      Elimina
  11. Risposte
    1. Sì, Tina, la Natura ci stupice sempre:)

      Elimina

Grazie per il tuo commento:
se capiti qui per caso,
se ogni tanto vieni a trovarmi,
se la curiosità ti accompagna in giro per la rete,
anche un semplice saluto è sempre gradito.
Fata C

comunicazione

I contenuti presenti su questo e gli altri blog dei quali sono titolare sono pubblicati con licenza Creative Commons 3.0 Italia.
Se condivisi devono essere rispettati i seguenti diritti:
- attribuzione: deve essere citato il nome dell'autrice
- non è consentito l'uso per fini commerciali
- non sono permesse modifiche

Alcune immagini sono state prelevate dal Web.
Se è stata violata qualche regola siete pregati di avvisare nello spazio commenti e saranno eliminate immediatamente.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale
ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.
Powered by Blogger.