google-site-verification: googlee3c30f8ac430801b.html
"Alla fine, noi conserveremo solo ciò che amiamo, ameremo solo ciò che comprendiamo, e comprendiamo solo ciò che ci viene insegnato."
Baba Dioum
Benvenuti a tutte le ore di tutti i giorni

gioco con invito

giovedì 19 marzo 2015

Il 19 marzo è quasi primavera



Il 19 marzo
è quasi primavera:
facciamo festa al babbo

 
che ritorna la sera.
                                                  
                               Ritorna a casa stanco,                             
che è stato a lavorare
e finalmente avrebbe
voglia di riposare!

Eppure trova il tempo
di mettersi a giocare:
prendiamo le costruzioni...
ma siete stati buoni?
La mamma si è arrabbiata
per qualche birbonata?

Ti vengo un poco in braccio,
si fa una capriola,
parliamo de lavoro...
 parliamo  della scuola.

Ti faccio tanti auguri
e se son birichino,
te lo ricordi, babbo,
com'eri da piccino? 


Tra i ricordi della scuola dell'infanzia ho ritrovato questa filastrocca, composta insieme ai bambini che nel  1987  avevano cinque anni,per fare gli auguri ai babbi di tutte le generazioni.
Era davvero un altro mondo, non facile, ma più solido nell'affettività della famiglia.

16 commenti:

  1. Oddio, l'hai creata tu all'epoca?
    No, perché io ho il vago ricordo, almeno per la seconda strofa, di averla imparata all'epoca e di averla recitata a mio padre!!

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Miki,
      la filastrocca è tutta originale, altrimenti avrei virgolettato".
      Si tratta di rime molto comuni e facili da ottenere dai bambini di quell'età e mi è capitato di trovarne simili alle nostre, ad es. quella per la Giornata della Donna.
      Nella didattica della scuola dell'infanzia l'uso creativo della lingua è una prassi consolidata ed efficace.
      Chissà papà come sarà stato fiero del suo piccolo Michele ...e lo sarà di certo ancora!
      Carissimi saluti

      Elimina
  2. E' carinissima, cara Marilena.

    Auguri a tutti i veri papà!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie , gianna,
      ricordi di scuola e di vita.
      I bimbi dell'82 hanno 33 anni, ora tocca a loro ascoltare gli auguri in rima e non:)

      Elimina
  3. Che nostalgia del mio papà! ma la filastrocca è davvero bella!
    Un abbraccio
    Evelin

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Eveli,
      il linguaggio ingenuo delle filastrocche ci riporta agli anni dell'infanzia.
      Grazie per le tue parole:)

      Elimina
  4. E' una filastrocca d'altri tempi ma ancora bella ! Auguri a tutti i papà, il mio è mooolto anziano ma in gamba. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mirtillo,
      in effetti sono cambiate molte cose da allora.
      Auguri al tuo caro papà...e in gamba ancora a lungo!:)

      Elimina
  5. Bravissima Marilena!
    Un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonella,
      ri ringrazio, ma devo condividere i complimenti con quei bimbi, adesso ultratrentenni, molti babbi a loro volta!:)

      Elimina
  6. ma che bel ricordo ;)
    buona giornata cara
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricordi sempre vivi e belli, cara Audrey, serena giornata a te!

      Elimina
  7. è bellissima grazie per avercela fatta conoscere
    un bacio Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valeria,
      mi piace rispolverare le rime che a scuola abbiamo composto e condiviso con generazioni di bambini, molti già giovani adulti e genitori a loro volta, una bella esperienza di continuità:)

      Elimina
  8. Marilena, la filastrocca è bellissima, mi ricorda la mia infanzia.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao giorgia,
      mi fa piacere riportarti nel mondo dell'infanzia, la nostra riserva di serenità:)

      Elimina

Grazie per il tuo commento:
se capiti qui per caso,
se ogni tanto vieni a trovarmi,
se la curiosità ti accompagna in giro per la rete,
anche un semplice saluto è sempre gradito.
Fata C

comunicazione

I contenuti presenti su questo e gli altri blog dei quali sono titolare sono pubblicati con licenza Creative Commons 3.0 Italia.
Se condivisi devono essere rispettati i seguenti diritti:
- attribuzione: deve essere citato il nome dell'autrice
- non è consentito l'uso per fini commerciali
- non sono permesse modifiche

Alcune immagini sono state prelevate dal Web.
Se è stata violata qualche regola siete pregati di avvisare nello spazio commenti e saranno eliminate immediatamente.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale
ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.
Powered by Blogger.