google-site-verification: googlee3c30f8ac430801b.html
"Alla fine, noi conserveremo solo ciò che amiamo, ameremo solo ciò che comprendiamo, e comprendiamo solo ciò che ci viene insegnato."
Baba Dioum
Benvenuti a tutte le ore di tutti i giorni

gioco con invito

domenica 14 agosto 2016

1944-2016: 72 anni



 72 anni, tanti ne sono passati dalle stragi nazifasciste dell'agosto 1944,
( http://schiaccianoci1.blogspot.it/2014/08/agosto-mese-della-memoria.html  )
 molte delle quali interessarono  direttamente il nostro territorio.
La Toscana ha pagato un tibuto altissimo in termini di vittime civili, un nome per tutti, Sant'Anna di Stazzema, ma l'elenco è tragicamente lungo.
Pochi giorni fa mi trovavo nell'antico paese di Vinca, sui monti della Lunigiana, famoso per la produziobe del suo eccezionale pane e una vecchia signora incontrata per caso, confondendo anni ed epoche nei ricordi di una vita ormai molto lunga, mi raccontava con vivacità ed emozione momenti vissuti da lei in prima persona e dalla comunità di quel piccolo borgo montano, alcuni episodi avvolti nella nebbia di una mente un po' stanca e provata.
Ma i ricordi dei fatti di  guerra che precedettero la liberazione, quando lei era una ragazzina di 14 anni, erano nitidi e precisi.
 Il suo istinto di adolescente le permise di salvarsi, a lei e alla sua dubbiosa madre.
Ogni volta che pronunciava la terribile parola "kaputt", i suoi limpidi occhi cerulei si velavano di un terrore ancora vivo e presente.
Tutti i gesti e le parole di quei tragici momenti, rimasero impressi per sempre nella sua memoria, come devono essere sempre presenti alla coscienza di tutti noi, in generazione in generzione, con lo sguardo rivolto a un futuro di pace comune, attualmente molto distante.


4 commenti:

  1. Cara Marilena, ho letto il tuo racconto, con molto interesse, quando penso che quei momenti di terrore li ho vissuti, avevo 14 anni e certe cose non li dimenticherò mai più, sul mio libro che si può scaricare dal mio blog ce un capitolo che parla di tutto questo.
    Se ancora non lo hai scaricato ti consiglio di farlo!!!
    Ciao e buon ferragosto cara amica, con n abbraccio e un sorriso:)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Tomaso,
      sapevo della tua interessante pubblicazione:la storia di una vita attraverso avvenimenti tanto drammatici non può che essere interessante, poiché ci fa conoscere la realtà, vissuta in prima persona.
      La coincidenza della tua giovanissima età con quella dell'anziana signora citata nel post ne sono una conferma.
      Saluti cari.

      Elimina
  2. Bello!
    Io ho avuto la "fortuna" di aver avuto un nonno con quegli occhi ... lui la guerra la combattè ed aveva sempre tanto da raccontarmi di quegli anni.
    Dico fortuna perché le espressioni che accompagnavano le parole erano spesso contrastanti: il racconto voleva essere quasi divertente, sdrammatizzante, comprensibile ad un bambino, ma negli occhi, agli angoli della bocca, già leggevo dolore, disgusto, rabbia ...
    Senza volerlo è riuscito a trasmettermi tanto, specialmente certi valori...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao FDV,
      anch'io ho ascoltato, spesso con angoscia, nonostante l'età infantile, i racconti di quell'epoca tragica, dai genitori ed altre persone care.Nelle nostre menti di bambini quei racconti, che sapevamo essere veri, hanno gettato le basi della nostra coscienza!

      Elimina

Grazie per il tuo commento:
se capiti qui per caso,
se ogni tanto vieni a trovarmi,
se la curiosità ti accompagna in giro per la rete,
anche un semplice saluto è sempre gradito.
Fata C

comunicazione

I contenuti presenti su questo e gli altri blog dei quali sono titolare sono pubblicati con licenza Creative Commons 3.0 Italia.
Se condivisi devono essere rispettati i seguenti diritti:
- attribuzione: deve essere citato il nome dell'autrice
- non è consentito l'uso per fini commerciali
- non sono permesse modifiche

Alcune immagini sono state prelevate dal Web.
Se è stata violata qualche regola siete pregati di avvisare nello spazio commenti e saranno eliminate immediatamente.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale
ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.
Powered by Blogger.