google-site-verification: googlee3c30f8ac430801b.html
"Alla fine, noi conserveremo solo ciò che amiamo, ameremo solo ciò che comprendiamo, e comprendiamo solo ciò che ci viene insegnato."
Baba Dioum
Benvenuti a tutte le ore di tutti i giorni

gioco con invito

sabato 10 dicembre 2016

Link party di Natale

Laura Besacchi,
gentile autrice di
 Dolcezze Creative

ci invita sul suo blog per un festoso 
link party natalizio!!


 http://dolcezzecreative.blogspot.it/2016/11/link-party-di-natale-2016.html


     Partecipo con piacere alla festa di Laura, che ospita ogni forma di espressione creativa e, come si deduce scorrendo i miei blog, una delle mie passioni è la scrittura: ecco dunque una storia vera di Natale, che è anche un carissimo ricordo.
   Qualche anno fa, nel corso di una rimpatriata tra colleghe nel periodo natalizio, la carissima amica  Lucia, che ci ospita i queste  sempre più rare occasioni, mi regalò lo stampo che, da allora, accompagna dolcemente la mia opera natalizia di pasticceria, come da foto acclusa e che, molto più pratico,  ha rimpiazzato la terracotta di cui parla questa  storia ...

                                         STORIA DI UNA STELLA COMETA


         C’era una volta…”un re” diranno subito i miei cari lettori. No, ragazzi, avete sbagliato.
C’era una volta una nevicata, una di quelle nevicate dicembrine che nessuno di solito prende sul serio, “nel pomeriggio piove e strugge tutto”.
Intanto le neve fiocca candida e lieve, sempre di più si allontana la festa natalizia preparata da tempo con tanto entusiasmo e prevale il buon senso :“Rinvio”.
       Intanto, nell’incertezza della situazione, la maestrina neopensionata prepara un dolce tronco, la bouche de Noel ( accento circonflesso e dieresi introvabili per me sulla tastiera).
Il giorno successivo, la lieta penitenza di mangiare il tronco. Ai penitenti della famiglia si aggiunge mio fratello Mariano, che sa sempre quando venire a trovarmi.
Ma dopo alternanza di pioggia e gelo, l’appuntamento si rinnova, oscilla nelle ore pomeridiane e si consolida alle 16 del 30 dicembre, giovedì.
       La maestrina neopensionata vorrebbe tanto fare il copia e incolla del tronco del 17 dicembre, ma la tecnologia per adesso non è arrivata a tanto e perciò si accinge a fare il bis.
Non tutte le ciambella riescono col buco, ma anche i tronchi hanno i loro problemi.
Specialmente se la pasticcera alle dosi degli ingredienti aggiunge q.b. di suo una dose di distrazione, presa dall’atmosfera idilliaca del sospirato rendez-vous.
      L’abitudine di preparare contemporaneamente impasto e cioccolato si può trasformare in un sorprendente impasto nero, se la polvere di cacao cambia destinazione.
Non è il momento questo per dare luogo a comportamenti razzisti…
Mi sono ricordata di una terracotta napoletana a forma di cometa, spiazzata dall'invadente forno a microonde e fortunosamente riapparsa (…è una cometa) nel periodo natalizio.

      La comprai a Carrara quando abitavo là.
Con Lorenzo piccolissimo sul passeggino entrai in un vecchio negozio di Piazza Alberica, dove un rappresentante stava parlando male dei pisani…
Uscire? ingoiare il rospo? Polemizzare?
Mi limitai a chiedere con marcato accento pisano ( che io non ho):
“Un ci ha mi'a per caso una di velle teraotte napoletane a forma di ‘ometa?"
Il  nemico si arrese con un sorriso…ed ecco, dopo un quarto di secolo,la mia cometa riceve l’impasto nero e avvolgente come una carezza di Mami di Via col Vento.
Mi sono inginocchiata davanti al forno nel timore che l’impasto, non proporzionato al recipiente, strabordasse con effetti catastrofici e, favorita dalla posa mistica, quando il dolce è arrivato ai bordi ho implorato “Ora basta, Signore!”
         E sono stata esaudita.
Non poteva mancare un piccolo inconveniente all’atto di sformare il capolavoro, che infatti si è un po’ ammaccato all’attacco della coda (posizione strategica anche per le comete).
     La nevicata di zucchero vanigliato ha fatto del suo meglio. Neve anche oggi
                                                ....E dopo la storia, la ricetta:

                                                        Cometa al cioccolato
  •     uova 5
  •     zucchero gr 150 ( +un cucchiaio di vaniglia)
  •     farina gr 120
  •     liquore dolce 2 cucchiai
  •     scorza grattugiata di limone
  •     lievito 1 bustina
  •     un pizzico di sale
  •   Yogurt intero ml 125
  •   Cacao amaro in polvere:2 cucchiai
  •   Cioccolato fondente ½ quadrato

Mescolare lo zucchero semolato e la vaniglia con i 4 tuorli e un uovo intero;
aggiungere liquore e scorza di limone, la farina ,  il c acao amaro in polvere
   e il cioccolato fondente fuso. Infine unire il lievito e le chiare montate a neve con un pizzico di sale, amalgamando con cura per non smontarle. Imburrare lo stampo a forma di cometa, versare l'impasto ed infornare a 180° per 30 minuti circa.
Sformare la cometa fredda e guarnire a piacere. Io ho utilizzato delle piccole meringhe adagiate su striscioline di nutella a sottolineare i solchi dello stampo, che creano l'effetto della  stella e  della sua coda.


11 commenti:

  1. dolcissima storia cara Marilena!!! :-)
    un caro saluto

    RispondiElimina
  2. Storia dolcissima in tutti i sensi, come tanti ricordi di Natale del passato!
    Carissimi saluti a te...e auguri a tutti voi, umani e pelosetti mitici:-)

    RispondiElimina
  3. cne bella storia grazie di aver partecipato al mio link party di natale e molto carina auguri di buone feste a presto laura auguri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, Laura, per la festosa iniziativa e buone feste serene!:-)

      Elimina
  4. Veramente una bella storia. Complimenti e grazie per la ricetta
    Ciao a presto
    Sara de Il blog di Maryanne

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara( non sapevo che Marianne è il nik, pardon!)
      grazie per le tue parole e per l'adesione ai lettori dello Schiaccianoci.
      Auguri per un sereno Natale:-)

      Elimina
  5. una bellissima idea porverò anch'io questa stella ;)
    a presto e buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Audrey,
      la cometona( lo stampo è grande, evviva!) ormai è entrata nelmenu natalizio e in più repliche e varianti, W la fantasia!
      Auguri sinceri per le prossime feste:-)

      Elimina
  6. Ciao, sono Rosy di Non solo cucine Isolane e i ringrazio tantissimo per essere passata ed esserti unita ai miei lettori, sei stata gentilissima:)).
    Con piacere sono passata a trovarti, ti faccio i miei complimenti per il blog (mi sono unita anch'io ai tuoi lettori) e per la bellissima e golosa ricetta e per l'altrettanto bella storia che h letto davvero con piacere:)).
    Grazie mille per la condivisione:)).
    Un beaione e Buone Feste anche a te:))

    RispondiElimina
  7. ovviamente ho fatto un errore di digitazione alla fine, scusami:(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosy,
      scusami per il ritardo nel risponderti, sono poco presente sul blog,spero di rimediare. A proposito, il refuso del tuo secondo commento è proprio un classico, ma noi non guardiamo alla forma, ma alla simpatia di contatti sempre nuovi, come il tuo!
      Ti ringrazio per tutto con tanti sinceri auguri:-)

      Elimina

Grazie per il tuo commento:
se capiti qui per caso,
se ogni tanto vieni a trovarmi,
se la curiosità ti accompagna in giro per la rete,
anche un semplice saluto è sempre gradito.
Fata C

comunicazione

I contenuti presenti su questo e gli altri blog dei quali sono titolare sono pubblicati con licenza Creative Commons 3.0 Italia.
Se condivisi devono essere rispettati i seguenti diritti:
- attribuzione: deve essere citato il nome dell'autrice
- non è consentito l'uso per fini commerciali
- non sono permesse modifiche

Alcune immagini sono state prelevate dal Web.
Se è stata violata qualche regola siete pregati di avvisare nello spazio commenti e saranno eliminate immediatamente.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale
ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.
Powered by Blogger.