google-site-verification: googlee3c30f8ac430801b.html
"Alla fine, noi conserveremo solo ciò che amiamo, ameremo solo ciò che comprendiamo, e comprendiamo solo ciò che ci viene insegnato."
Baba Dioum
Benvenuti a tutte le ore di tutti i giorni

gioco con invito

sabato 30 gennaio 2016

Gattini dal Giappone


Da anni ormai tra i giovanissimi e non solo ( perchè nel
frattempo i ragazzini sono diventati giovani adulti) dilaga la mania del Giappone.
A casa nostra tutto cominciò con  Ranma in TV e le sue complicate avventure causate  dalle sorgenti maledette con maliziose implicazioni  amorose e poi tanti Manga, a fumetti o anime.
Tuttavia non avrei mai pensato che la febbre giapponese contagiasse anche me.
Quando il mio amato vecchio cellulare, per raggiunti limiti di età, è stato sostituito da un modello più attuale del tipo smartphone, mio figlio Lorenzo ha scaricato un'applicazione, con la quale lui si diletta da un po' di tempo; si chiama Neko atsume, me l'ha raccomandatacaldamente, neanche fossero gattini veri, puntando sulla mia nota passione gattofila!
Così il simpatico, e infantile, gioco dei micetti giapponesi è entrato a far parte dei miei innocui passatempi virtuali, con gattini di indole diversa,  giocherelloni,  timidi o aristocratici.Vengono nel tuo giardino attratti dai giochi e confortevoli postazioni, giocano, mangiano e poi se ne vanno  e lasciano sardine o pesci d'oro, con le quali tu puoi acquistare altri giochi, cambiare lo stile dell'ambiente e, soprattutto, comprare cibo abbondante e possibilmente di raffinata qualità!!
Ognuno ha le sue abitudini nel gioco, il suo album personale, le sue preferenze alimentari. Anche da noi si sono diffusi di recente cibi esotici di origine diversa ed è possibile imparare a preparare il tonkotsu ramen o gustare raffinate preparazioni come il Sushi e il Sashimi. Anche i gattini del gioco gradiscono molto queste specialità e dimostrano la loro gratitudine lasciando sardine e pesci d'oro in quantità quando nelle ciotole compaiono cibi prelibati! Se la nostra coccolatissima Stanzi venisse a conoscenza di convivere con tanti  micetti viziati come lei, chissà come sarebbe gelosa dei suoi rivali virtuali...meno male che non sa usare lo smartphone...per adesso:-D

mercoledì 27 gennaio 2016

martedì 12 gennaio 2016

I Calendi: che tempo farà nel 2016?

L'arrivo del nuovo anno è portatore di aspettative e di pronostici, atti a prevedere se le nostre aspirazioni sono destinate a realizzarsi e se si verificheranno le condizioni auspicate per raggiungere gli obiettivi desiderati.
Si tratti di affari di cuore o economici, di desideri spesso effimeri o di  mete fondamentali, le persone si sono sempre interrogate sul futuro immediato o remoto.
Anche oggi, nell'era 2.0, oroscopi e previsioni si intrecciano e si rincorrono; anche se in pochi sono disposti ad ammettere di crederci, una sbirciatina al futuro, se non proprio con la sfera di cristallo, almeno attraverso le stelle e i fenomeni atmosferici non può mancare.

Tempo effettivo: Gennaio-bello/Febbraio-    /Marzo-               

Tra le previsioni, quelle meterologiche ormai sono supportate da sistemi tecnologici sempre più raffinati e precisi, sono sempre più attendibili e, grazie ai satelliti, estese nel tempo e nello spazio.
I metodi empirici per fare le previsioni stagionali, in auge nel mondo rurale del passato, ormai fanno parte della memoria e del patrimonio popolare della cultura contadina, che si va perdendo e che non può rivivere se non nel ricordo tramandato da generazioni.
Tra questi sistemi i calendi ( o calende, secondo le zone) costituivano, insieme ai lunari e agli almanacchi, un accreditato supporto all'opera del lavoro dei campi, per regolare i tempi della semina e del raccolto, della potatura e della messa a dimora delle piantine e di tutte quelle attività che nel corso dell'anno si snodavano nel corso delle stagioni e dalle quali dipendeva la vita di uomini e animali, tutti sotto lo stesso cielo, di volta in volta clemente o tiranno.

Tempo effettivo:Aprile-   /Maggio-     /Giugno
I primi dodici giorni del mese di Gennaio dai nostri contadini erano detti calendi ( le calende erano
il primo giorno di ciascun mese nel calendario romano, dal verbo calare=chiamare, da cui deriva anche il vocabolo calendario).
Ogni giorno è abbinato ad un mese  , secondo il tempo che fa durante quella giornata, nel mese corrispondente si avrà tempo bello, brutto oppure variabile.
Attenzione, però: il tempo che avremo durante l'anno sarà il contrario rispetto ai calendi.
Perciò la giornata bella darà luogo al mese di brutto tempo e così via...

Tempo effettivo: Luglio-  /Agosto-   /Settembre

Non c'è niente di scientifico in questo metodo antico, ma come tutto ciò che gioca sulla probabilità qualche cosa di vero  c'è e c'è stata, se nel passato questo sistema aveva credito ed è stato praticato per tanti anni. 
Una mia vicina, già anziana quando io ero bambina e coltivatrice esperta, era molto attenta a queste situazioni e quando un mese faceva i capricci qualcuno diceva sempre:
"Senti un po' la Ada cos'ha segnato a gennaio su'calendi...', tanto per levarsi una curiosità.
Dopo tanti anni misono divertita ad imitare la mia vicina e nelle immagini ho riportato i risultti della osservazione, terminata con la giornata di oggi.
Nel corso del 2016 vedremo se i calendi manterranno le loro promesse.
Le figure dei mesi dell'anno sono una versione a bassorilievo delle incisioni del  pittore Giuseppe Maria Mitelli (Bologna, 1634 – 1718)

Tempo effettivo: Ottobre-  /Novembre-   /Dicembre




domenica 10 gennaio 2016

Natale che se ne va...

Brrrr!! Tutto il tempo delle feste sul davanzale...


Stanzi festeggia sotto l'Albero


Allo specchio, la festa si raddoppia!!
E' arrivata la Befana!!

Primo premio al nostro Presepio...e alle tenere Sette Pecorelle

comunicazione

I contenuti presenti su questo e gli altri blog dei quali sono titolare sono pubblicati con licenza Creative Commons 3.0 Italia.
Se condivisi devono essere rispettati i seguenti diritti:
- attribuzione: deve essere citato il nome dell'autrice
- non è consentito l'uso per fini commerciali
- non sono permesse modifiche

Alcune immagini sono state prelevate dal Web.
Se è stata violata qualche regola siete pregati di avvisare nello spazio commenti e saranno eliminate immediatamente.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale
ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.
Powered by Blogger.