google-site-verification: googlee3c30f8ac430801b.html
"Alla fine, noi conserveremo solo ciò che amiamo, ameremo solo ciò che comprendiamo, e comprendiamo solo ciò che ci viene insegnato."
Baba Dioum
Benvenuti a tutte le ore di tutti i giorni

gioco con invito

lunedì 25 aprile 2016

25 Aprile e Primo Maggio



Il calendario avvicina queste due date nel cuore della primavera, come un richiamo a ricordare  e un incoraggiamento a sperare. Siamo in un'Italia sempre più povera e spesso disperata, ma per un gran numero di Italiani, quelli veri, si mantiene integra la ricchezza morale dei valori e dei principi della Democrazia e della Costituzione. La memoria storica della Resistenza e della Liberazione e la riaffermazione della dignità del lavoro non sono solo ricorrenze vicine nel calendario, ma hanno la stessa radice: conquistare  e mantenere la libertà e i diritti  di tutti.

mercoledì 20 aprile 2016

Il tempo che fa, il tempo che passa



Chi di noi, specie se  appassionati meteo, non ha mai cercato di trovare riscontro tra i detti popolari sui vari capricci atmosferici? "Rosso di sera bel tempo si spera" forse è il proverbio per antonomasia e non solo in campo meteorologico.

Il termine proverbio
 proviene latino proverbium, da verbum, cioè "parola". E' un'affermazione o un sentenza breve e concisa, di origine popolare e di vasta diffusione, che contiene una norma, un insegnamento tratti dall'esperienza.


Molti proverbi hanno una diffusione universale e si presentano spesso in modi piuttosto simili tra popoli diversi. Contengono di frequente parole arcaiche o create per l'occasione, con costruzioni insolite, molto spesso sotto forma di metafora e/o in rima che psicologicamente ne rafforzano l'efficacia.
Anche per questo essi tendono ad essere ritenuti portatori di "verità" (o di quello che la gente ritiene sia vero): si dice infatti che i proverbi sono frutto della saggezza popolare...
Tuttavia qualcuno sostiene che non siano altro che la versione codificata di luoghi comuni o del senso comune o legati a usi, costumi, leggende del popolo nella cui lingua è nato il proverbio stesso, sebbene molti proverbi sono in realtà comuni a lingue diverse. 
Tanti e diversi sono gli argomenti trattati dai proverbi, a rappresentare i tanti aspetti della vita quotidiana: dal comportamento al lavoro, dal cibo al tempo, solo per citarne alcuni.
Mentre nel passato era attraverso la tradizione, soprattutto orale, che venivano tramandati la memoria e il sapere, oggi con un clic possiamo trovare tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno, dai dati tecnologici all'avanguardia, alle  ricette online che ripropongono piatti tradizionali, al meteo della nostra zona.



 Il tempo che fa o che farà ha sempre avuto grande rilievo e considerazione presso i popoli in tutte le epoche, specie nelle vicende e tradizioni contadine, dato l'ovvio strettissimo legame esistente tra condizioni meteorologiche e agricoltura.
Adattamento da:
http://www.centrometeo.com/articoli-reportage-approfondimenti/meteo-life/5275-proverbi-meteo-saggezza-popolare-tempo

domenica 3 aprile 2016

Una fiaba in rima per un aiuto ai bambini dell'Africa

Devo ringraziare l'amica e blogger Fioredicollina, autrice del blog 
per avermi dato l'opportunità di questa esperienza, segnalandomi il concorso letterario legato all'iniziativa a favore di un villaggio dell'Uganda,
promossa dalla
"Associazione ONLUS "I Bambini di Antonio"

http://www.ibambinidiantonio.it/
                                                               e realizzata dalla

Fiabe, favole, anche in formato video/ audio, filastrocche ed opere di pittoriche, che sono state selezionate per le diverse sezioni del concorso e premiate con un diploma in cornice, sono state raccolte in un'antologia  e il ricavato dalla vendita dei libri è stato devoluto ad un villaggio dell'Uganda, dove l'Associazione promotrice ha già contribuito alla realizzazione di opere a carattere sanitario ed educativo.
Per maggiori informazioni:
https://plus.google.com/+AssociazioneCulturaleCaff%C3%A8delleArti/posts/2vkBuA37TBL
La meritevole finalità dell'iniziativa e lo stimolo di Fioredicollina mi hanno convinto ad inviare una filastrocca scritta un po' di tempo fa, la versione in rima della famosa favola dei Fratelli Grimm "I Musicanti di Brema", una narrazione che mette in evidenza l'ingratitudine che spesso l'uomo ha verso gli animali, e come la solidarietà tra quei quattro animali in fuga, scacciati e minacciati permetta loro di ritrovare amicizia e riparo e anche una nuova ...carriera artistica come musicanti nella Banda della città tedesca.
Mi ha fatto molto piacere che questa mia trasposizione di una favoladella tradizione europea  sia stata apprezzata, classificandosi al terzo posto nella categoria delle filastrocche.
Insieme a mio marito abbiamo festeggiato l'evento con un breve viaggio a Roma in occasione della premiazione, piacevole viaggio in treno con la primavera che ci sorrideva dai finestrini.
Pochi passi dalla stazione Termini e, dopo uno sguardo veloce alla maestosa facciata di S.Maria Maggiore, i saluti,i complimenti, i premi e i sorrisi della semplice e informale cerimonia.
Una giornata diversa, arricchita da uno scopo di solidarietà e di condivisione.

comunicazione

I contenuti presenti su questo e gli altri blog dei quali sono titolare sono pubblicati con licenza Creative Commons 3.0 Italia.
Se condivisi devono essere rispettati i seguenti diritti:
- attribuzione: deve essere citato il nome dell'autrice
- non è consentito l'uso per fini commerciali
- non sono permesse modifiche

Alcune immagini sono state prelevate dal Web.
Se è stata violata qualche regola siete pregati di avvisare nello spazio commenti e saranno eliminate immediatamente.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale
ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.
Powered by Blogger.