google-site-verification: googlee3c30f8ac430801b.html
"Alla fine, noi conserveremo solo ciò che amiamo, ameremo solo ciò che comprendiamo, e comprendiamo solo ciò che ci viene insegnato."
Baba Dioum
Benvenuti a tutte le ore di tutti i giorni

gioco con invito

domenica 26 marzo 2017

L'Europa non cade dal cielo

"L'Europa non cade dal cielo"
è la suggestiva espressione, titolo di un famoso saggio di Altiero Spinelli,dove si legge
"Nella battaglia per l’unità europea è stata ed è tuttora necessaria 
 una concentrazione di pensiero e di volontà 
per cogliere le occasioni favorevoli quando si presentano, 
per affrontare le disfatte quando arrivano,
per decidere di continuare quando è necessario”.
Si tratta di una frase che suona ancora oggi come un'esortazione per un'azione costante, unita e determinata in funzione della  
“sobria proposta di creare un potere democratico europeo”.


Questa citazione, che ieri ho sentito più volte nel corso degl'interventi durante la manifestazione del  
Movimento Federalista Europeo
 e numerose altre Organizzazioni presso la  Bocca della Verità  in occasione del 
60°Anniversario del Trattato di Roma
 riflette pienamente lo spirito di tutti coloro 
che condividono attivamente il progetto 
degli Stati Uniti d'Europa, 
dell'Europa dei Popoli 
in contrapposizione al potere dell'economia 

Dopo tanti anni io e mio marito abbiamo rispolverato l'emozione e il senso di appartenenza che  si vive con intensità e determinazione, nel partecipare a una manifestazione per affermare e difendere i valori e le idee che, in età giovanile, ci portavano a scendere, nelle strade e nelle piazze delle nostre città, ma anche a Roma, come in questo caso.
Era già accaduto in anni più recenti, al tempo di "Se Non Ora Quando", a conferma che in tema di diritti, giustizia e progresso nessuno, in nessuna epoca della vita, può chiamarsi fuori né sentirsi esente dalla consapevolezza e dalla  responsabilità delle proprie scelte e delle proprie azioni. 



 



12 commenti:

  1. Cara Marilena, ancora un'altro partito oppure un'altro nome, ma! non so cosa ci aspetta!!!
    Ciao e buon inizio della settimana cara amica con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Tomaso,
      il Movimento Federalista Europeo non è un partito,ma un Movimento europeista che ha le sue origini storiche nella Resistenza e nell'antifascismo.
      Dal confino di Ventotene Spinelli, Pertini ed altri gettarono le basi della nostra democrazia e del futuro dell'Europa.
      Ti tingrazio per avermi dato l'occasione di ricordare questi eventi.
      Quanto a cosa ci aspetta, dipende anche dalle nostre scelte e azioni.
      Un caro saluto.

      Elimina
  2. Ciao Marilena,bellissime le parole di Altiero Spinelli e io sono fermamente convinto della necessità di una Europa unita,ma non credo in questa Europa di burocrati che legiferano sul peso delle mele e la lunghezza del zucchino, disinteressandosi completamente dei problemi primari degli europei (Crescita economica e lavoro in primis)e che sta gestendo il problema dei migranti in maniera vergognosa.
    Un caro saluto,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fulvio,
      i problrmi che accenni nel commento sono l'oggetto dstati al centro degli interventi della manifestazione, come lo sono nel pensiero di chi si identifica nell'Europa dei Popoli e non del potere economico.
      Saluti cari a te:-)

      Elimina
  3. Ma l'Europa è davvero unita? Non credo, di strada da fare ce n'è ancora molta,a cominciare dall'assetto politico. L'Europa, a differenza degli Stati Uniti d'America, non è un sistema federale con leggi comuni e leggi che appartengono ai singoli stati; è un sistema di Stati sovrani indipendenti che non hanno nemmeno la Costituzione, la lingua, il sistema di istruzione e quello sanitario in comune. Bisogna rivedere tutto questo e poi bisogna che ognuno si impegni veramente e faccia la sua parte sul serio, perché le belle parole ormai non incantano più nessuno.
    Buona giornata!
    Ofelia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ofelia,
      Gli interrogativi che tu sollevi e il superamento di alcuni aspetti della sovranità dei singoli Stai pur rispettando le diverse e irrinunciabili identità nazionali sono al centro del dibattito dell'azione sdel federalismo europeo. La realtà attuale è sotto gli occhi di tutti, con le sue contraddizioni e incongruenze.
      Saluti cari:-)

      Elimina
  4. il punto è che questa Europa non è quella che doveva nascere.E' un'Europa delle banche, della finanza, del rigore sulla pelle della povera gente e non è invece una vera ed auspicabile Europa dei popoli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C iao Daniele,
      condivido pienamente il tuo pensiero, che è anche quello che impronta lo spiruto di questo post.
      Se la gente comune non fa sentire la sua voce non sarà certo il mondo della finanza a promuovere l'Europa dei Popoli.

      Elimina
  5. Io ci credevo tanto nell'Europa anche perchè sono cresciuta tra gli anni '80 e '90 quando anche in tv i telefilm per ragazzini vertevano su questa "Europa unita un sogno che diventa realtà", ricordo ancora la canzone. Oggi, che sono una donna e che posso analizzare noto che sogno con il tempo ha perso i suoi veri valori, il vero intento e la bellezza che avrebbe avuto a causa di chi governa.
    Buone Palme cara a presto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cio Audrey,
      leggo il tuo commento in ritardo e mi rammarico un po', anche se mi fa sempre molto piacere.
      Speriamo nel ritorno di un'Europa come la desideriamo, è questo il pensiero nostro.
      Auguri per la Pasqua appena trascorsa, checi porti serenità e speranza:-)

      Elimina
  6. cara Marilena auguri di Buona Pasqua a te e familiari e a Stanzi!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fiore,
      vedo tardi i tuoi auguri, anche se in ritardo ricambio con affetto e ti saluto con un forte abbraccio:-)

      Elimina

Grazie per il tuo commento:
se capiti qui per caso,
se ogni tanto vieni a trovarmi,
se la curiosità ti accompagna in giro per la rete,
anche un semplice saluto è sempre gradito.
Fata C

comunicazione

I contenuti presenti su questo e gli altri blog dei quali sono titolare sono pubblicati con licenza Creative Commons 3.0 Italia.
Se condivisi devono essere rispettati i seguenti diritti:
- attribuzione: deve essere citato il nome dell'autrice
- non è consentito l'uso per fini commerciali
- non sono permesse modifiche

Alcune immagini sono state prelevate dal Web.
Se è stata violata qualche regola siete pregati di avvisare nello spazio commenti e saranno eliminate immediatamente.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale
ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.
Powered by Blogger.